Le ritenute per un piano di caffetteria sono soggette alla FICA?

I piani di mense qualificati, comunemente chiamati piani della Sezione 125, offrono ai dipendenti l'opportunità di selezionare quale dei programmi offerti dai datori di lavoro è più vantaggioso per il singolo dipendente. I dipendenti possono scegliere di rinunciare a un vantaggio e ricevere invece un pagamento in contanti, oppure possono selezionare il vantaggio. I pagamenti in contanti sono tassabili, proprio come i salari regolari. Se invece il dipendente sceglie il beneficio, può scegliere di pagare i suoi contributi prima che vengano calcolate le imposte sui salari. In questo caso l'importo trattenuto normalmente non è soggetto a tassazione FICA.

Vantaggi idonei per i piani di caffetteria

Non tutti i tipi di benefit offerti da un datore di lavoro possono essere inclusi in un piano di caffetteria. Ad esempio, i telefoni cellulari, gli abbonamenti a palestre e le spese di trasloco non sono ammissibili. I benefici ammissibili comuni includono i premi dell'assicurazione sanitaria, i premi dell'assicurazione sulla vita di gruppo, i contributi 401 (k), l'assistenza per l'adozione, l'assistenza alle persone dipendenti e i conti di risparmio sanitario.

Limitazioni sui contributi

Gli accordi di spesa flessibili, come l'assistenza ai dipendenti, i conti di risparmio sanitario e alcuni programmi di assistenza all'adozione, richiedono ai dipendenti di spendere i loro contributi durante l'anno solare o di rinunciarvi. Al momento della pubblicazione, il limite per l'assistenza a carico è normalmente di $ 5.000 all'anno, o $ 2.500 per i dipendenti sposati che presentano la domanda separatamente. Ai fini fiscali, i contributi in eccesso vengono trattati come salari regolari. L'assistenza all'adozione non è esente da FICA, ma è esente dall'imposta sul reddito per il dipendente e dall'imposta federale sulla disoccupazione per il datore di lavoro. Il limite per le polizze assicurative sulla vita di gruppo è di $ 50.000 per l'esenzione FICA al momento della pubblicazione.

Effetto sulle imposte sul reddito

I vantaggi idonei per l'inclusione in un piano di caffetteria sono del tipo che sarebbero legittime detrazioni fiscali quando il dipendente presenta la sua dichiarazione. Poiché il dipendente non ha mai pagato le tasse sui guadagni utilizzati per pagare queste detrazioni, non può richiederle come detrazioni sulla sua dichiarazione dei redditi, perché così facendo si richiederebbe effettivamente la stessa detrazione due volte.

Effetto sui benefici della previdenza sociale

I dipendenti non ricevono crediti sulle loro dichiarazioni dei redditi della previdenza sociale per detrazioni esentate dalla FICA. La Social Security Administration utilizza i guadagni per determinare quanto un individuo può ricevere in pensione o pensione di invalidità. Potenzialmente, l'esenzione dai contributi ai piani di mensa dalla FICA può ridurre i futuri pagamenti della previdenza sociale.

Svantaggi dei piani di caffetteria

Ci sono alcuni inconvenienti nei piani di mensa sia per i dipendenti che per i datori di lavoro. I dipendenti devono impegnarsi per un anno intero e potrebbe essere difficile determinare all'inizio dell'anno quanto impegnarsi in conti di spesa flessibili in modo che tutti i fondi possano essere spesi senza perdita. I principali cambiamenti della vita, come la nascita di un figlio o il divorzio, consentono ai dipendenti di adattare i loro piani di mensa. Per i datori di lavoro, lo svantaggio principale è che un dipendente deve avere accesso immediato all'impegno dell'intero anno a un conto di spesa flessibile anche se non ha ancora versato tale importo. In altre parole, se un dipendente sceglie di contribuire con $ 1.200 al suo conto di spesa flessibile e sostiene $ 1.200 di spese qualificate durante il primo mese, ha diritto al rimborso completo anche se ha contribuito solo $ 100 fino a quel momento.