Regole del piano di partecipazione agli utili

Un piano di partecipazione agli utili è un modo per dare ai tuoi dipendenti un interesse acquisito nel rendere l'azienda più efficace. Più l'azienda è redditizia, maggiore è il profitto da condividere e questo significa che ogni dipendente riceve più di un bonus. Dovresti seguire alcune regole del piano di partecipazione agli utili per assicurarti di mettere insieme il programma giusto per la tua attività.

Tipi di piani

Secondo l'articolo intitolato "Come implementare un piano di partecipazione agli utili" pubblicato su "Inc." magazine, ci sono due tipi di piani di partecipazione agli utili: differito e cash. Un piano differito viene comunemente utilizzato come supplemento al piano pensionistico 401k in cui l'azienda versa contributi diretti sul conto del dipendente in dollari al lordo delle imposte. Un piano di cassa è dove l'azienda paga il bonus direttamente ai dipendenti in dollari tassati. Se stai cercando di attirare dipendenti che saranno in giro per molto tempo, come i dirigenti di alto livello, il piano differito potrebbe essere più appropriato. Il piano di cassa può essere più efficace nel motivare i dipendenti a breve termine a concentrarsi sul rendere l'azienda più redditizia. Potresti anche prendere in considerazione un piano che combini le funzionalità differite e di cassa.

Contributi

Una delle principali differenze tra un piano di partecipazione agli utili e un piano pensionistico 401k è che il datore di lavoro è l'unico che può contribuire con denaro a un piano di partecipazione agli utili, secondo la pagina del sito Web dell'IRS intitolata "Scelta di un piano pensionistico: piano di partecipazione agli utili ." A partire dal 2010, l'importo massimo stabilito che un datore di lavoro può offrire a un dipendente in un piano di partecipazione agli utili è il minore di $ 49.000 o il 25% del reddito totale del dipendente. L'IRS consente ai dipendenti di prelevare denaro da un piano di partecipazione agli utili, ma se il dipendente ha meno di 59 anni e mezzo, può essere applicata una penale del 10%.

Eleggibilità

Affinché il piano di partecipazione agli utili sia considerato un ritorno sull'investimento per l'azienda, sono necessari requisiti di ammissibilità per i dipendenti che possono ricevere il bonus, secondo l'articolo "Partecipazione agli utili oggi: piani e accantonamenti" che si trova in "Revisione mensile del lavoro". " rivista. Il requisito di ammissibilità più comune utilizzato dai datori di lavoro è che un dipendente deve essere con l'azienda almeno un anno intero, come dipendente a tempo pieno, per qualificarsi. Ciò consente all'azienda di beneficiare della produttività del dipendente prima di pagare parte degli utili aziendali come bonus.